mercoledì 25 gennaio 2012

Bea, la fashion victim

"Bea esci con me stamattina? Devo fare un giro per negozi."

"Ok Zia."

Qualche minuto dopo:

"tieni Zia," mi dice porgendomi una copia di glamour presa dal mio comodino,



"mettilo in borsa, così lo leggiamo quando siamo sul bus."




Chi è Bea?

Seienne, 1 metro di ruffianeria, vanità, testardaggine, 30 centimetri di dolcezza e qualche centimetro di acidità.

Non poteva che essere mia nipote.


16 commenti:

  1. Grande Bea!
    Ho, comunque, un appunto da farti. La domanda "chi è Bea?" è superflua avendo tu già risposto in precedenza.
    Mi spiego. Usando il termine "zia" hai già qualificato Bea come tua ovvia nipote.
    Tanto dovevo.
    Amarillys, Amarillys.
    ;)

    RispondiElimina
  2. i commenti sono pre-correzione..(dovuta, in effetti)

    RispondiElimina
  3. Mi hai dato ragione?!
    Ecco spiegato il - presunto perché da me non avvertito - terremoto.

    RispondiElimina
  4. io stavolta non c'entro nulla però

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. ha delle uscite che non puoi che amarla!:-)

      Elimina
  6. Risposte
    1. ecco, adorabile é l'aggettivo che meglio la descrive!

      Elimina
  7. un metro di ruffianeria
    e già la amo!

    RispondiElimina
  8. Fantasticissima, me la sono proprio immaginata mentre ti porge il giornale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e lo sfoglia dicendo: guarda che MODA zia!
      ho creato un mostro..

      Elimina
  9. *adorabile*... anche se un tantino inquietante XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah!me ne prendo la responsabilità però.. :-)
      ho dato un'occhiata al tuo blog..che bello!ti seguo!

      Elimina