venerdì 23 settembre 2011

Red carpet



Non per autoesaltazione, ma giusto per un semplice buon gusto, certa gente dovrebbe leggere il mio precedente post.
Se non altro per evitare di nuovo di vedere nefandezze umane che si credono starlette e che, anche per andare al cinema (a fine agosto e nel basso Piemonte, con tutto il rispetto per il basso Piemonte), indossano abiti da, così evidentemente credono loro, red carpet.
Quindi, signore mie, evitate di accozzare marche tanto per far vedere che avete soldi da spendere - o qualche bamboccio da voi raggirato - oppure, se questa è la vostra più grande aspirazione, mi si dica chi mi tocca vedere così almeno decido io se irritarmi (mi basta poco, come potete vedere, ma non avrò più la possibilità di lamentarmi essendo la scelta di presenziare comunque tutta mia) o, meglio, passare la mano come con un “7-2 off” a Texas Hold’em (non che giochi il “7-2 suited”, sia chiaro).
Giusto per farvi capire riassumo:
-          - scarpe Prada;
-          - borsa Fendi;
-          - ciondolo Gucci;
-          - foulard Burberry;
-          Rolex e bracciale Pomellato al polso.
      Mi è sfuggita la marca delle lenti a contatto, sorry.
      Ah, dimenticavo, il tutto ad ornare un fagotto barattoloso. Schifezz!

2 commenti:

  1. come non darti ragione?

    http://nonsidicepiacere.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. Non mi considero un modaiolo, nè, tantomeno, un esperto.
    Dico solo che quando è troppo è troppo.

    RispondiElimina